TEATRO COMUNALE DANTE ALIGHIERI

Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)

Nel 1838, in una città che già da tre secoli vantava una vivace attività scenica e numerosi edifici adibiti allo spettacolo, l’Amministrazione comunale di Ravenna avviò la costruzione di un nuovo teatro nella centrale piazzetta degli Svizzeri. Il progetto fu affidato ai giovani architetti veneziani Tomaso e Giovan Battista Meduna, che avendo da poco rinnovato la Fenice trasferirono nella città romagnola un impianto neoclassico analogo.
La sala, di forma tradizionalmente semiellittica, presentava in origine quattro ordini di venticinque palchi, più il loggione. La platea, disposta su un piano inclinato, era meno estesa di quella attuale, a vantaggio del proscenio e della fossa dell’orchestra.
Le decorazioni furono affidate ai pittori veneziani Giuseppe Voltan e Giuseppe Lorenzo Gatteri, con l’aiuto di Pietro Garbato per gli elementi in legno e cartapesta e di Carlo Franco per le dorature.
Il 15 maggio 1852, intitolato al poeta Dante Alighieri (le cui spoglie riposano in città), il Teatro venne inaugurato con un’opera di Giacomo Meyerbeer, “Roberto il diavolo”, e con l’étoile Augusta Maywood che danzò ne “La zingara”.

Fino alla chiusura per restauri del 1959 il palcoscenico fu calcato dagli attori di prosa più celebri (tra gli altri, Marta Abba, Vittorio Gassman, Emma Gramatica, Ermete Novelli, Salvo Randone ed Ermete Zacconi) e dai migliori cast della produzione lirica, che portarono alla ribalta le opere della tradizione italiana, da Verdi a Puccini.
Dopo la riapertura, nel ’67, l’“Alighieri” è rimasto aperto fino al ’91, quando sono stati effettuati gli ultimi di una lunga serie di interventi di adeguamento resisi necessari nel corso del Novecento.
Gestito dalla Fondazione Ravenna Manifestazioni, promossa dal Comune, tra autunno e primavera il Teatro organizza stagioni concertistiche, liriche, di balletto e di prosa (con progetti seminariali rivolti alle scuole del territorio), mentre in estate ospita i principali eventi operistici di “Ravenna Festival”.

TEATRO COMUNALE DANTE ALIGHIERI - Via Mariani, 2 - 48121 Ravenna
Visualizza su google maps
La Stagione di prosa dei teatri di Ravenna
Indirizzo
Via di Roma, 39 - 48121 Ravenna
La Stagione d’Opera e Danza del Teatro Alighieri si svolgerà dal 19 gennaio al 21 aprile 2024. Tre titoli nel calendario d'opera e tre serate di danza.
Indirizzo
Via Mariani, 2 - 48121 Ravenna
La Stagione di prosa dei teatri di Ravenna
Indirizzo
Via di Roma, 39 - 48121 Ravenna
La Stagione d’Opera e Danza del Teatro Alighieri si svolgerà dal 19 gennaio al 21 aprile 2024. Tre titoli nel calendario d'opera e tre serate di danza.
Indirizzo
Via Mariani, 2 - 48121 Ravenna

MANICOMIC

di Raffaello Tullo - regia di Gioele Dix- con Raffaello Tullo, Renato Clardo, Nicolò Pantaleo, Francesco Pagliarulo, Vittorio Bruno - produzione Corvino Produzioni

La locandiera

di Carlo Goldoni - con Sonia Bergamasco, Marta Cortellazzo Wiel, Ludovico Fededegni, Giovanni Franzoni, Francesco Manetti, Gabriele Pestilli, Marta Pizzigallo, Valentino Villa - regia di Antonio Latella 

The Red Shoes

Nuovo Balletto di Toscana - direzione artistica Cristina Bozzolini - coreografia e scenografia Philippe Kratz - drammaturgia Sarah Ströbele - musica Pierfrancesco Perrone – disegno luci Giulia Maria Carlotta Pastore - costumi Grace Lyell – interpreti: Cristina Acri, Alice Catapano, Matteo Capetola, Matilde Di Ciolo, Carmine Catalano, Aldo Nolli, Veronica Galdo, Beatrice Ciattini, Niccolò Poggini, Paolo Rizzo - Una produzione Nuovo Balletto di Toscana, direzione artistica di Cristina Bozzolini con il supporto di Fabbrica Europa PARC Performing Arts Research Centre - La compagnia è sostenuta da MIC, Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Fondazione CR Firenze

The Red Shoes

Nuovo Balletto di Toscana - direzione artistica Cristina Bozzolini - coreografia e scenografia Philippe Kratz - drammaturgia Sarah Ströbele - musica Pierfrancesco Perrone – disegno luci Giulia Maria Carlotta Pastore - costumi Grace Lyell – interpreti: Cristina Acri, Alice Catapano, Matteo Capetola, Matilde Di Ciolo, Carmine Catalano, Aldo Nolli, Veronica Galdo, Beatrice Ciattini, Niccolò Poggini, Paolo Rizzo - Una produzione Nuovo Balletto di Toscana, direzione artistica di Cristina Bozzolini con il supporto di Fabbrica Europa PARC Performing Arts Research Centre - La compagnia è sostenuta da MIC, Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, Fondazione CR Firenze

7-14-21-28

di Flavia Mastrella, Antonio Rezza - con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista - (mai) scritto da Antonio Rezza - habitat di Flavia Mastrella - assistente alla creazione Massimo Camilli - produzione Rezzamastrella, TSI La Fabbrica dell’attore, Teatro Vascello

SCUSA SONO IN RIUNIONE...TI POSSO RICHIAMARE?

scritto e diretto da Gabriele Pignotta - con Vanessa Incontrada, Gabriele Pignotta, Fabio Avaro, Siddharta Prestinari, Nick Nicolosi

Balasso fa Ruzante

di Natalino Balasso - con Natalino Balasso, Andrea Collavino, Marta Cortellazzo Wiel - regia Marta Dalla Via - produzione Teatro Stabile di Bolzano, Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale

Turandot

dramma lirico in tre atti e cinque quadri - libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni - musica di Giacomo Puccini - interpreti: France Dariz, Paolo Antognetti, Giacomo Prestia, Samuele Simoncini, Vittoria Yeo, Fabio Previati, Saverio Pugliese, Matteo Mezzaro, Benjamin Cho - danzatrici Carlotta Bruni, Marina Frigeni, Laura Gagliardi - direttore Marco Guidarini - regia, scene, coreografia Giuseppe Frigeni - Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini - Coro Lirico di Modena, Coro del Teatro Municipale di Piacenza - maestro del coro Corrado Casati - Voci bianche del Teatro Comunale di Modena - maestro del coro voci bianche Paolo Gattolin - Coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione Teatri di Piacenza, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Galli di Rimini - Allestimento Teatro Comunale di Modena

Turandot

dramma lirico in tre atti e cinque quadri - libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni - musica di Giacomo Puccini - interpreti: France Dariz, Paolo Antognetti, Giacomo Prestia, Samuele Simoncini, Vittoria Yeo, Fabio Previati, Saverio Pugliese, Matteo Mezzaro, Benjamin Cho - danzatrici Carlotta Bruni, Marina Frigeni, Laura Gagliardi - direttore Marco Guidarini - regia, scene, coreografia Giuseppe Frigeni - Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini - Coro Lirico di Modena, Coro del Teatro Municipale di Piacenza - maestro del coro Corrado Casati - Voci bianche del Teatro Comunale di Modena - maestro del coro voci bianche Paolo Gattolin - Coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione Teatri di Piacenza, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Galli di Rimini - Allestimento Teatro Comunale di Modena

L’arte della fuga

Spellbound Contemporary Ballet - coreografia di Mauro Astolfi - luci di Marco Policastro - costumi di Anna Coluccia - musica di Bach

L’arte della fuga

Spellbound Contemporary Ballet - coreografia di Mauro Astolfi - luci di Marco Policastro - costumi di Anna Coluccia - musica di Bach

Santa Giovanna dei Macelli

di Bertolt Brecht - ideazione e spazio Davide Sacco e Agata Tomšič / ErosAntEros - regia Davide Sacco - con Danilo Nigrelli, Agata Tomšič, la compagnia dello Slovensko Mladinsko Gledališče (Katarina Stegnar, Blaž Šef, Klemen Kovačič, Ivan Peternelj) e resto del cast in via di definizione
  • 18 aprile 2024 - 21 aprile 2024

Info

Via Mariani, 2 - 48121 Ravenna
0544 249211
info@teatroalighieri.org
Web

Scheda

Anno di costruzione
1852
Anno inizio attività
1852
Secolo costruzione
XIX
Sale
1
Posti
830
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA, CONCERTI, LIRICA, DANZA
Dati storici
Scheda IBC