TEATRO AMINTORE GALLI

Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)
Foto di Andrea Scardova (Fototeca Istituto beni culturali Regione Emilia-Romagna)

Risale al 14 luglio 1840 la delibera municipale che stabiliva di erigere un nuovo teatro nella piazza della Fonte, là dove sorgeva l’edificio dei Forni adibito dal Comune a caserma militare. Il 9 dicembre dello stesso anno l’incarico del progetto veniva affidato all’architetto modenese Luigi Poletti, che si ispirò ai concetti dell’architettura classica: il disegno dei fronti principali, caratterizzato da archi e piedritti, richiamava le forme del Tempio Malatestiano di Leon Battista Alberti. Il nuovo stabile fu inaugurato il 16 agosto 1857 con l’intervento di Giuseppe Verdi e la rappresentazione di tre opere: “Il Trovatore”, “Lucrezia Borgia” e “L’Aroldo”. Nell’ottobre del 1859 gli venne imposto il nome di Teatro “Vittorio Emanuele”.

L’edificio era costituito da un rettangolo distinto in tre corpi, di cui il primo comprendeva un ampio portico, gli atri e le scale di accesso ai palchi, adorne di statue modellate dallo scultore Pietro Tenerani. Il corpo centrale conteneva la platea, l’ultimo il palcoscenico. Dall’atrio si accedeva alla platea a ferro di cavallo, circoscritta da un ambulacro e composta da tre ordini di ventuno palchi ciascuno, sopra i quali si trovava il loggione. Il soffitto era decorato dal bolognese Andrea Besteghi con la rappresentazione delle Ore e dei segni dello Zodiaco e i ritratti dei più illustri autori drammatici.

Dopo il bombardamento che nel 1943 aveva distrutto la cavea, dell’impianto originario era rimasto solo il primo corpo, costituito da portico, atri e scale. Il concorso nazionale per i progetti di ricostruzione fu vinto dall’architetto Adolfo Natalini, ma il suo disegno non venne realizzato per i vincoli posti dalle soprintendenze: scavi archeologici hanno portato in luce una domus romana, reperti bizantini e tracce delle antiche mura malatestiane. I lavori di recupero hanno ripreso nel 2010. Dopo la riapertura, il 28 ottobre 2018, il Teatro, che dal 1947 è intitolato al compositore Amintore Galli, ha avviato un intenso programma di prosa, musica, opera e danza.

TEATRO AMINTORE GALLI - Piazza Cavour, 22 - 47921 Rimini
Visualizza su google maps

LA FAVOLA MIA

il nuovo one man show di Giorgio Panariello - produzione Bagnomaria

Chi ha paura di Virginia Woolf?

di Edward Albee - regia di Antonio Latella - con Sonia Bergamasco, Vinicio Marchioni, Ludovico Fededegni e Paola Giannini - produzione Teatro Stabile dell’Umbria

RE LEAR

da William Shakespeare - con Glauco Mauri, Roberto Sturno - regia di Andrea Baracco - pruduzione Mauri/Sturno e Fondazione Teatro della Toscana
  • 11 febbraio 2022 - 13 febbraio 2022

Manon Lescaut

dramma lirico su libretto di Domenico Oliva, Giulio Ricordi, Luigi Illica, Marco Praga - musica di Giacomo Puccini - regia di Aldo Tarabella - Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Marco Guidarini - Coro Arché - Marco Bargagna, Maestro del coro - coproduzione Teatro del Giglio di Lucca, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Teatro Galli di Rimini, Fondazione Ravenna Manifestazioni, Fondazione Teatro di Pisa, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Manon Lescaut

dramma lirico su libretto di Domenico Oliva, Giulio Ricordi, Luigi Illica, Marco Praga - musica di Giacomo Puccini - regia di Aldo Tarabella - Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta da Marco Guidarini - Coro Arché - Marco Bargagna, Maestro del coro - coproduzione Teatro del Giglio di Lucca, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Teatro Galli di Rimini, Fondazione Ravenna Manifestazioni, Fondazione Teatro di Pisa, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Arsenico e vecchi merletti

di Joseph Kesserling - regia Geppy Gleijeses (liberamente ispirata alla regia teatrale di Mario Monicelli) - con Anna Maria Guarneri e Giulia Lazzarini - produzione Gitiesse Artisti Riuniti

BAYADÈRE. IL REGNO DELLE OMBRE

coreografia di Michele Di Stefano - musica di Ludwig Minkus - musiche originali di Lorenzo Bianchi Hoesch - danzatori: Lisa Cadeddu, Matteo Capetola, Francesca Capurso, Carmine Catalano, Beatrice Ciattini, Matilde Di Ciolo, Roberto Doveri, Veronica Galdo, Aisha Narciso, Aldo Nolli, Niccolò Poggini, Paolo Rizzo - produzione Compagnia Nuovo Balletto di Toscana - con il sostegno di Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni

MUSEO PASOLINI. Eredità, testimonianza, archiviazione

di e con Ascanio Celestini - produzione Fabbrica s.r.l. / Mismaonda

ENRICO IV

di Luigi Pirandello - regia e scene di Yannis Kokkos - con Sebastiano Lo Monaco, Mariangeles Torres, Claudio Mazzenga, Rosario Petix, Luca Iacono - e con Sergio Mancinelli, Francesco Iaia, Giulia Tomaselli, Marcello Montalto, Gaetano Tizzano, Tommaso Garrè - produzione Associazione SiciliaTeatro, Teatro Stabile del Veneto, Teatro Biondo di Palermo, Teatro Stabile di Catania

PERLASCA. IL CORAGGIO DI DIRE NO

scritto e interpretato da Alessandro Albertin - regia di Michela Ottolini - produzione Teatro de Gli Incamminati e Teatro di Roma/Teatro Nazionale

LA PARRUCCA

tratto da due atti unici di Natalia Ginzburg - regia di Antonio Zavatteri - con Maria Amelia Monti, Roberto Turchetta - produzione Nidodiragno/CMC

FEDERICO BUFFA - AMICI FRAGILI

la storia dell'incontro tra Gigi Riva e Fabrizio De André raccontata da Marco Caronna e Federico Buffa - con Federico Buffa - produzione International Music and Arts
  • 15 febbraio 2022

DON JUAN

balletto in due tempi con musiche di C.W. Gluck, W.A. Mozart e musiche originali di Marc Alvarez - coreografia di Johan Inger - drammaturgia di Gregor Acuña-Pohl - scene di Curt Allen Wilmer (aapee) con estudiodeDos - costumi di Bregje van Balen - Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, diretta da Manuel Busto - produzione Fondazione Nazionale della Danza | Aterballetto

When the Rain Stops Falling

di Andrew Bovell - regia di Lisa Ferlazzo Natoli -  con Caterina Carpio, Marco Cavalcoli, Lorenzo Frediani, Tania Garribba, Fortunato Leccese, Anna Mallamaci, Emiliano Masala - produzione Emilia-Romagna Teatro Fondazione con Teatro di Roma e Fondazione Teatro Due di Parma

MONJOUR

“cartoon contemporaneo” per due danzatori, un clown, due acrobati e scenografia disegnata - concept e coreografia di Silvia Gribaudi - e con i disegni di Francesca Ghermandi - con Salvatore Cappello, Nicola Simone Cisternino, Silvia Gribaudi, Riccardo Guratti - produzione Zebra con Torinodanza Fetival

ROMEO E GIULIETTA

da William Shakespeare, adattamento a cura di Babilonia Teatri - con Paola Gassman, Ugo Pagliai, Enrico Castellani, Valeria Raimondi - produzione Teatro Stabile di Bolzano e Teatro Stabile del Veneto

Info

Piazza Cavour, 22 - 47921 Rimini
0541 704 292-295
Email
teatrogalli@comune.rimini.it
Web

Scheda

Anno di costruzione
1857
Anno di inizio attività
1857
Secolo costruzione
XIX
Numero sale
1
Posti
832
Proprietà
Pubblico
Programmazione
PROSA, CONCERTI, LIRICA, DANZA
Dati storici
Scheda IBC